Porte Filo Muro: perché sceglierle per la propria casa

foto porta filo muro bianca chiusa

Quando dobbiamo progettare gli spazi per una nuova costruzione o ristrutturare un’abitazione già esistente, vorremmo poter sfruttare al massimo ogni spazio.

Qualsiasi tipo di intervento dovrebbe essere pensato per non essere invasivo, cercando di far risaltare l’architettonico della struttura ma allo stesso tempo dando un valore aggiunto di funzionalità allo spazio progettato.

Le porte filo muro realizzate da RasoParete hanno un disegno minimale e sono progettate appositamente per essere complanari alla parete mimetizzandosi con essa. Dividere gli ambienti attraverso l’uso di queste porte è più semplice, infatti, grazie a dei fondi speciali, possono essere tinteggiate come la parete, laccate opache o lucide, rivestite con carte da parati, gress porcellanati, marmi, cotto o kerlite, sia nelle misure di serie sia in quelle realizzate su misura.

Anche in locali di piccole dimensioni la percezione del passaggio sarà discreta e non invasiva come una classica porta con cornice ed imbotte a vista.

Come nasce la concezione di porta filo muro e che caratteristiche deve avere

Le porte filo muro invisibili vengono così chiamate perché hanno la capacità di scomparire nella parete mimetizzandosi con colori e materiali applicati in continuo sia sulla parete che sul pannello porta.

Questa scelta estetica e funzionale nasconde dietro un mondo molto complesso che riguarda la parte tecnica e strutturale del sistema porta, tanto che molti si chiedono: “Come viene installato questo tipo di porta? Durerà nel tempo?”

Rasoparete ha studiato una linea di porte a scomparsa per ogni esigenza, analizziamone insieme le caratteristiche:

LO STIPITE DELLA PORTA

La caratteristica principale delle porte a filo muro prodotte da Rasoparete è data dallo stipite in alluminio che ha le seguenti peculiarità:

  • Le dimensioni del profilo sono state studiate e progettate per avere lo spazio per accogliere completamente l’ingombro della cerniera senza farla uscire dalla sezione del profilo. In questo modo il rivestimento che verrà applicato sul profilo per nasconderlo nella struttura non andrà applicato direttamente sulla cerniera. Se al contrario la cerniera fuoriesce dalla sezione del profilo, l’utilizzo della porta provocherebbe delle sollecitazioni che causerebbero quelle crepe inestetiche sulla parete.
  • Un unico profilo che può essere installato indifferentemente sia su una parete in laterizio che su una parete realizzata in cartongesso. Molto vantaggioso nei casi di ristrutturazione dove viene ricreata una parete spesso in cartongesso ed il vano per inserire una porta ha un lato sulla parete in muratura e l’altro su una parete in cartongesso.
  • Una superfice di appoggio di 13 mm perimetrale da entrambe i lati (sia dal lato raso parete che dal lato interno) dove l’intonaco o il pannello di cartongesso diventa nodo strutturale tra parete e stipite.
  • Il perimetro dello stipite a contatto con l’intonaco è completamente zigrinato su tutta la superfice permettendo un miglior aggrappaggio dei materiali di rivestimento.

Tutte queste accortezze permetto di evitare la formazione di crepe o setolature con il passare del tempo e dell’utilizzo del sistema.

Problema della cerniera che esce dal profilo:

Problema: quando  l’intonaco o lastra di cartongesso hanno poco spessore. Soluzioni sul mercato:

Le soluzioni RasoParete:

Lo stipite realizzato in alluminio viene estruso con profondità di 60 mm oppure 100 mm e grazie ad un sistema telescopico, può essere realizzato esattamente dello spessore della parete. Questa soluzione è molto gettonata sia per i bagni dove abbiamo un rivestimento ceramico sul lato interno della stanza, sia in una ristrutturazione dove gli spessori delle pareti variano da vano a vano.

Realizzare in azienda lo spessore dello stipite in alluminio come la parete, significa ridurre notevolmente i tempi di posa in cantiere ed evitare al muratore tutti quei lavori di fino che dovrebbe fare per ricreare la mazzetta del muro sul lato interno con spigolo vivo.

IL PANNELLO DELLA PORTA

Il pannello di spessori da 60 mm o 52 mm è realizzato in tamburato e così composto: nella parte perimetrale superiore e laterale di massello toulipier ed inferiore di abete finger joint, che grazie ad una particolare lavorazione assicurano maggiore compattezza, stabilità e resistenza meccanica.

A riempimento del telaio del pannello viene inserito il nido d’ape e per chiudere da ambo i lati una foderina di Mdf grezzo calibrato. Per altezze superiori ai 2300 mm il pannello viene progettato internamente con due montanti di toulipier aggiuntivi rinforzati con una barra tubolare di alluminio per garantire la planarità dell’anta.

Questa lavorazione permette di realizzare tranquillamente ante alte fino a 3 mt, dimensioni facilmente raggiungibili anche per le soluzioni delle porte a tutt’altezza che spesso superano la quota pavimento soffitto ordinaria di 2,7 mt.

TIPOLOGIE DI APERTURA E ACCESSORI DELLE PORTE FILO MURO

Le porte filo muro sono realizzate nella versione a tirare e a spingere sia a battente che a bilico, una o due ante, e anche nella forma a trapezio, per sottoscala o sottotetto. Sulla porta di serie viene montata una serratura magnetica con cerniere incassate registrabili su tre assi.

Nella versione a Tirare la RasoParete ha progettato una porta che si apre senza l’ausilio della maniglia, ma grazie all’inserimento delle serratura con incontro elettrico che si sblocca alla ricezione dell’impulso da telecomando o da interruttore, il movimento di apertura è consentito da piccoli pistoni che si trovano dentro lo stipite che spingono l’anta dopo essersi sganciata dall’incontro. 

È possibile personalizzare con infiniti accessori i sistemi porta.

Per esempio nella versione battente può essere richiesto il sistema chiudi porta incassato nel pannello per renderlo invisibile, ed un sistema di maniglia incassato a filo che si apre a pressione rendendo possibile l’apertura del pannello con in abbinamento una serratura a rullino.

Inoltre a richiesta possiamo installare tipi di serratura diversi, dallo scrocco elettrico, alle serrature nottolino, a spillo.

I bilici realizzati a una o due ante permettono la separazione degli ambienti perché le ante singolarmente raggiungano una larghezza massima di 1600 mm fino a 3000 mm di altezza, tanto da sembrare vere e proprie pareti.

Se sei alla ricerca di una porta filo muro puoi rivolgerti al nostro ufficio tecnico, saremo a tua disposizione per risolvere esigenze di spazio e funzionalità.

Contattaci

Condividi questo post!

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su email

Ti potrebbe interessare anche...

Richiedi il nostro Catalogo

Scrivi qui la tua Email e ti invieremo subito il nostro catalogo!